In arrivo l’autunno si cambia alimentazione.

Arriva l’autunno, le ore di luce e la temperatura diminuiscono gradualmente. Dal caldo estivo, a volte afoso, si passa a poco a poco ad un clima più freddo. Anche l’organismo del cane deve adattarsi alle differenti condizioni climatiche e ambientali.
Per farlo è sottoposto a modifiche fisiologiche che richiedono una differente energia.

Autunno: nuovo clima

Il clima tipico del periodo autunnale agisce di solito positivamente sul metabolismo basale – ovvero il dispendio energetico di un organismo a riposo, che comprende quell’energia necessaria alle funzioni vitali quali respirazione, circolazione, digestione ecc – stimolando nel cane l’appetito represso durante il periodo estivo.

Il nutrizionista Dr. Verdi ci spiega come comportarci con i cani al cambio di stagione.

Alimentazione: si cambia gradualmente

Bisogna prestare molta attenzione all’alimentazione del nostro amico: è necessario passare da una dieta che potremo definire “estiva”, concentrata in energia e proteine, ad una meno concentrata. Questo passaggio deve sempre avvenire gradualmente, nell’arco di una settimana, per evitare al cane fastidiosi problemi intestinali causati dal mancato adattamento del tratto intestinale ad un nuovo alimento e che potrebbero provocare vari disturbi come, ad esempio, la dissenteria.

Appuntamenti autunnali: la muta

Il petfood ideale per il periodo autunnale deve apportare tutti i nutrienti necessari per preparare l’organismo del cane ai mesi invernali, provvedendo alle principali trasformazioni naturali, la principale delle quali è la muta.

Il rinnovo del pelo avviene due volte l’anno, in primavera e in autunno. La sua durata varia anche in base allo stile di vita del cane: è di breve durata nei soggetti che vivono all’aperto, esposti alla luce del sole, mentre è più lunga in quelli che vivono in appartamento, a causa della luce artificiale.

Petfood e benessere del pelo

Nel periodo autunnale la cute tende a perdere di vigore e i peli perdono la lucidità, questo perché l’irrorazione sanguigna diminuisce per la vasocostrizione, dovuta a sua volta alla diminuzione della temperatura.

Integrazione vitaminica e minerale sono quindi fondamentali per nutrire sottocute e cute e ottenere di conseguenza un mantello folto, lucido ed efficiente.

Dieta ad hoc contro lo stress

Va osservato, inoltre, che una carenza nutritiva non consente di recuperare lo stress dovuto alla perdita di elettroliti durante il caldo estivo.
È indispensabile l’apporto di Vitamine A, E, B, C e Biotina, di minerali quali Rame, Zinco, Selenio, di Omega 6 e 3 che, insieme ad un equilibrato apporto di Proteine e Grassi, consentiranno meglio al nostro amico di prepararsi al rigore invernale, a difendersi in caso di freddo, pioggia o vento e recuperare al meglio lo stress.

(Fonte Giuntini)