PEDIGREE: COS’E’ E A COSA SERVE?

Se il tuo amico a quattro zampe appartiene ad una razza ben precisa, è importante conoscere lo strumento che serve a proteggerla e a garantire la sua conservazione nel tempo: il PEDIGREE.

Che cos’è un pedigree?
E’ il certificato che attesta l’appartenenza di un cucciolo ad una specifica razza riconosciuta e indica le sue generazioni precedenti (genitori, nonni, bisnonni e trisnonni).
Tale documento va sempre richiesto all’allevatore, il quale deve prima iscrivere il nuovo arrivato al ROI (Registro Origini Italiano), ed è stilato dall’ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana), che a sua volta è affiliato alla FCI (Federazione Cinologica Internazionale).

Come si ottiene?
Può essere richiesto solamente dall’allevatore attraverso specifici moduli da compilare e la procedura è la seguente:

  • presentare la “denuncia di monta e nascita dei cuccioli” (Modello A), entro 25 giorni dall’accoppiamento;
  • successivamente, dev’essere fatta la “denuncia di iscrizione della cucciolata” (Modello B) entro 90 giorni, grazie alla quale l’allevatore può intestare il cucciolo a se stesso o ad un altro proprietario.

Per quanto riguarda i cani importati da nazioni estere e comunque iscritti ad un’associazione riconosciuta dalla FCI, devono essere accompagnati dall’ “export pedigree”, il quale potrà essere convertito, facendo apposita richiesta all’ENCI, per renderlo valido in Italia.

Quali informazioni troviamo?

 – Nella parte alta della facciata centrale troviamo il gruppo di appartenenza, il numero ROI e la data di rilascio.

Di seguito sono riportati il nome del cane, la data di nascita, il sesso, la razza, il colore del pelo, il codice identificativo del tatuaggio o del microchip e i dati dell’allevatore.
– Al centro è descritta la genealogia, che risale, come detto precedentemente, ai genitori, nonni, bisnonni e trisnonni.
– In basso troviamo i dati del proprietario.

Quante tipologie esistono?

  • Pedigree ROI: di colore marrone, va dalla quinta generazione in poi;
  • Pedigree RSR (Registro Supplementare dei Riconosciuti): di colore verde e va dalla prima alla quarta generazione.